SEO Audit avanzato: Strategie e tecniche di ottimizzazione per i motori di ricerca

Seo Audit Avanzato, il libro.

L’ottimizzazione dei siti web per l’indicizzazione e il posizionamento sui motori di ricerca è un’attività essenziale per ottenere la giusta visibilità su quello che probabilmente è ancora il canale più utilizzato dagli utenti che cercano informazioni, prodotti e servizi durante tutte le fasi del “funnel” che genera una conversione. La SEO è ormai una scienza moderna e come ogni disciplina che appartiene ad Internet è ricca di teorie, falsi miti, leggende e misteri che hanno come protagonista Google in primis. Per fare chiarezza sullo stato attuale delle cose abbiamo intervistato Marco Maltraversi, coautore insieme a Davide Prevosto e Giovanni Sacheli di “SEO Audit Avanzato“, un libro che rappresenta una guida completa alle strategie e tecniche di ottimizzazione dei siti web sui motori di ricerca.

Ciao Marco, prima di tutto complimenti a te e ai tuoi colleghi per aver pubblicato un testo veramente esaustivo sulla SEO di oggi. Personalmente ho trovato utilissima la lettura del libro, c’è una quantità enorme di informazioni per chi fa questo lavoro e dopo averlo ricevuto in formato digitale ho già provveduto ad acquistarne una copia cartacea. Per chi come me offre servizi di consulenza SEO ai propri clienti questo volume rappresenta una sorta di Bibbia da tenere sempre a portata di mano sopra al comodino 🙂
La prima domanda che voglio farti è questa: La tecnologia alla base degli algoritmi dei motori di ricerca è sempre più evoluta e guidata da intelligenza artificiale e machine learning, scorrendo le SERP di Google ti capita ancora di individuare risultati poco pertinenti o appartenenti a siti che utilizzano tecniche poco ortodosse?

  • Sinceramente alcune nicchie hanno ancora risultati non del tutto ottimali ma penso che Google e in generale i principali motori di ricerca abbiamo apportato modifiche significative e introdotto un nuovo concetto di SERP che non si basa solamente sulla posizione ma sul percorso di navigazione dell’utente. Bert è sempre più raffinato e riesce a comprendere meglio le query e il contesto, la Voice Search è realtà, Google Discover è un connubio di interessi profilati insomma… il machine learning sta lavorando a pieno ritmo per fornire un’esperienza di navigazione unica e personalizzata nell’ecosistema Google.

Il libro, come riporta il titolo, è molto avanzato e ricco di capitoli “tecnici” e io stesso, dopo tanti anni di SEO, ho scoperto cose che ancora non conoscevo. Negli ultimi anni la comunità SEO è stata associata a qualcosa di meno tecnico, allargata ad altre discipline tra cui copywriting, semantica, usabilità, ecc. Ti chiedo di sbilanciarti: per il successo di un progetto SEO che parte da zero, quanto incide ancora la parte tecnica rispetto al resto?

  • Io penso che oggi la SEO sia davvero molto tecnica, è completamente differente da quello che si faceva solamente 5 anni fa e per tale motivo il successo di un progetto di visibilità la parte tecnica conto molto. Tecnica inteso sia come veri e propri aspetti di ottimizzazione come Crawl Budget, alberatura, performance ma anche come saper organizzare l’alberatura di un progetto web in modo tale che sia facilmente espandibile e ottimizzabile.

La SEO è sempre stata avvolta da un alone di mistero, essendo qualcosa che ha a che fare con algoritmi non pubblici si sono create nel tempo tante leggende e falsi miti. Ti chiedo di rivelarci due “fattori SEO” che per la tua esperienza sono agli antipodi: uno che secondo te è una colossale bufala e uno che invece ritieni sottovalutato ma magari più efficace di altri più popolari.

  • Una volta esistevano i 200 fattori SEO di Google oggi potrebbero superare il migliaio… la cosa bella che è difficile replicare o clonare una strategia SEO, come ognuno di noi è unico anche ogni sito web lo è ed ha una sua storia. Detto questo penso che la bufala SEO più grande sui fattore On page sia la descrizione come fattore di ranking. La descrizione è fondamentale per diversi motivo come CTR ecc ma non la inserirei nei fattori di ranking direttamente correlati. Penso altresì che le performance possano aiutare molto lato SEO, non esiste un elemento On-Page migliore di altri capiamoci, ma se dovessi sbilanciarmi ottimizzerei sicuramente le performance in primis.

Il volume che hai scritto insieme ai tuoi colleghi è uno strumento utilissimo per avere a mente tutti gli aspetti fondamentali da tenere sotto controllo durante un SEO Audit, sappiamo bene però che non basta leggere un libro per diventare un esperto SEO, questa materia necessità di tanta esperienza e pratica sul campo. So che stai organizzando un corso SEO online che oltre a spiegare la teoria mostra tanti casi studio reali, ce ne parli?

  • Ho ideato e pensato a DeepSEO come un percorso SEO utile per tutti, sia per chi è alle prime armi sia per chi voglia approfondire tematiche avanzate. Ad oggi conta già 125 lezioni ed oltre 40 ore di formazione con i migliori SEO Italiani e Internazionali. Un progetto ambizioso che dura da due anni e finalmente è realtà. Qualcosa di unico nel suo genere che sarà sempre aggiornato con tantissimi casi studio, novità e contributi. Qui potete trovare il programma del corso che sarà sempre aggiornato e in evoluzione nel tempo!

Sempre a proposito di formazione, sappiamo che sei l’organizzatore di un evento che quest’anno giunge alla terza edizione, il Marketing Business Summit, visto il particolare momento che stiamo vivendo sai darci qualche anticipazione per una prossima data?

  • Molto probabilmente, anzi direi quasi sicuramente l’edizione la sposteremo nel 2021 per essere sicuri di tutelare relatori, corsisti e staff. Abbiamo dei nomi incredibili nei relatori e crediamo che #MBSummit possa rendere al meglio in presenza in cui caricare i partecipanti e trasmettere la passione di questo format. Quindi ci vedremo nel 2021 con tante novità!

Ringrazio Marco per la piacevole intervista e invito tutti i SEO in ascolto a sfogliare il libro in libreria, dato che in questi giorni è uno dei pochi negozi aperti!

Autore: Jacopo Modesti

Ideatore di Link2me.it, consulente web marketing freelance dal 2001. Triatleta nel poco tempo che gli rimane tra le due cose che ama di più, la famiglia e il lavoro.