Web Marketing Festival, intervista a Cosmano Lombardo

Cosmano Lombardo

Il 20, 21 e 22 giugno 2019 si svolgerà al Palacongressi di Rimini la settima edizione del Web Marketing Festival, evento imperdibile per chi si occupa di web e innovazione in Italia. Anche quest’anno Link2me è Media Supporter dell’Evento. Abbiamo fatto una chiacchierata con Cosmano Lombardo che pubblichiamo sul nostro blog:
Ciao Cosmano, dato che sei tu l’ideatore di questo Evento, raccontaci come è nato.

In realtà non sono solo io, quello del Web Marketing Festival è un percorso di co-costruzione, abbiamo iniziato questo percorso di formazione gratuito nel 2007 e attraversando l’Italia in molti ci chiedevano di creare quello che poteva essere un punto d’incontro per tutti gli appassionati di web marketing. Per capire come l’‘innovazione tecnologica e il digitale potessero avere un impatto sulla società abbiamo deciso di creare questo “contenitore”. Il Web Marketing Festival ha un format che mutua un po’ un evento che avevamo realizzato quando ero studente all’università di Forlì, si chiamava “Universivari” e metteva in connessione tutti i mondi interessanti per gli studenti universitari. Il Festival oggi mette in connessione tutti gli appassionati all’innovazione e coloro i quali credono che la tecnologia possa migliorare il contesto in cui viviamo, quindi la società.
E’ un’idea che è nata giorno dopo giorno, non c’è mai stato un momento vero e proprio in cui è stato pensato.

  • Possiamo dire che nel corso del tempo questo evento è cambiato da una prima fase in cui era più focalizzato su argomenti tecnici o più legati al web adesso si è ampliato anche verso altre tematiche. Come mai questa unione di due mondi diversi, quelli del marketing e quello del sociale?

Credo che non esista un aspetto scollegato dal sociale e dalla società, forse non c’era nessuno che trattava questo nesso. Il digitale è un elemento ormai costante nella quotidianità e lo sarà sempre di più. Inevitabilmente ha degli impatti sulla vita di tutti, quindi è stato per noi molto naturale trattare questi argomenti durante l’evento.

  • A conferma di ciò abbiamo notato che è stato ampliato il titolo dell’evento con il claim “Il Festival Internazionale sull’Innovazione Digitale e Sociale

Si, lo abbiamo sottolineato, questo era il momento giusto per farlo. Qualche anno fa ci chiedevano che cosa c’entrasse Peppino Impastato con il digitale e l’innovazione e lo abbiamo fatto vedere sul palco del Festival, come anche lo scorso anno sul tema della mafia e della legalità. Per spiegarlo potrei far riferimento al mio passato che ha visto un percorso di cooperazione allo sviluppo ed esperienze in ambito sociale ma in realtà noi del Festival siamo tutti allineati in questa visione della quotidianità e della vita.

  • Il Festival giunge alla sua settima edizione (la quarta con il format attuale), quali saranno le novità di quest’anno?

Ci saranno un bel po’ di novità, lo scorso anno l’evento stava iniziando a connotarsi come un Festival che contenesse al suo interno più eventi, questa cosa adesso si è concretizzata e potenziata a tutti gli effetti.
Ci sarà sempre la formazione al centro però lo abbiamo innovato tantissimo, Aruba organizzerà un suo evento come anche SeoZoom, abbiamo lanciato un hackathon sull’intelligenza artificiale e la Blockchain. Verrà dato spazio a nuovi temi che sono connessi al web marketing ma che esulano in qualche modo, ad esempio sarà presente una sala dedicata a Comics per gli illustratori e una dedicata al coding per i programmatori. Tratteremo anche temi legati ai Cambiamenti climatici, alla lotta al bullismo e altre cose che rilasceremo a breve.

Ti anticipo un novità, stiamo per lanciare una call dedicata a chi fa ricerca, è nel nostro DNA provare a dare visibitilià a chi si occupa di ricerca in Italia e quindi porteremo sul palco del Festival ricercatori italiani ma anche internazionali che si occupano di innovazione in campo scientifico.

  • Il Festival è un appuntamento annuale in cui si fa il punto sulla situazione del digitale in Italia, qual è la tua idea dello scenario attuale di questo settore nel nostro paese?

Dipende dai punti di vista, da parte delle istituzioni si continua ad essere molto indietro, la percezione che hanno di tutto il comparto dell’innovazione tecnologia è davvero limitato, ogni tanto c’è una parvenza di risveglio, sembra che stiamo per partire… ma realmente siamo ancora indietro.
Le aziende invece sono cresciute tantissimo, il livello di consapevolezza di tutte le potenzialità del digitale è cresciuto molto e anche se non siamo ancora alla pari di molti paesi europei, sopratutto nelle piccole e medie imprese, stiamo crescendo. Discorso diverso per le micro imprese che restano un po’ indietro.
Tra i non addetti ai lavori e gli studenti, anche nelle fasce più giovani c’è una percezione positiva, nel nostro percorso formativo in giro per l’Italia vediamo i bambini delle elementari molto interessati e spesso sono loro per primi a dare delle lezioni a noi e ai propri genitori, veramente un bel messaggio.

  • Dato che tu sei un “uomo del sud”, pensi che ci sia ancora molta differenza tra nord e sud per quanto riguarda l’approccio al digitale?

Nelle istituzioni il divario è abbastanza largo tra nord, sud e centro. Al sud le istituzioni sono molto indietro. Per quanto riguarda le aziende, non dico che c’è un totale livellamento, però ci sono aziende e start-up molto avanzate anche al sud Italia, si sta recuperando.
Il problema che rimane è di infrastruttura tecnologica, vedi le zone che ancora non sono raggiunte da una copertura realmente strutturata di Internet, al sud si paga un po’ il divario che c’è tra tutte le altre infrastrutture che non siano più prettamente tecnologiche come le semplici reti autostradali o i collegamenti normali.

  • Concludiamo questa intervista con la domanda più importante: ci sarà anche quest’anno l’ormai celebre festa sulla spiaggia? 🙂

Si, il venerdì sera al Samsara, ma sopratutto stiamo lavorando alla realizzazione di altri eventi fuori dal Palacongressi nelle fasce serali, questa è una novità che vi diamo in anteprima.

Ricordiamo che Il Web Marketing Festival è un percorso che va avanti durante tutto l’anno, è un acceleratore del processo di innovazione in Italia, che vuole dare un piccolo contributo e farlo insieme alle persone che condividono i nostri valori.

Ringraziamo Cosmano Lombardo, continueremo a seguire tutte le novità fino alla data di apertura il 20 giugno 2019, ricordiamo che entro l’11 aprile il prezzo d’ingresso resta bloccato a 99 €, poi salirà, quindi vi consigliamo si sbrigarvi a registrarvi!