Intervista a Gianpaolo Lorusso, autore di “AdWords Agile”

giampaolo-lorussoCiao Gianpaolo, il 12 aprile torna l’ADworld Experience, a un mese dall’inizio della nuova edizione di un evento che sta diventando il punto di riferimento per chi si occupa di online advertising ci piacerebbe sapere quali sono le novità di quest’anno e quali ospiti saranno protagonisti delle due giornate di formazione.

ADworld Experience è già l’evento di riferimento per l’advertising online in Italia 😉
La principale novità dell’edizione 2018 riguarda la traduzione simultanea dei principali seminari avanzati del primo giorno (12/4) e di tutta la sessione internazionale del secondo giorno (13/4).
Il resto del format è già molto ben consolidato.
Il primo giorno avremo 5 seminari su AdWords, Facebook Ads, Altri Network, Tool PPC e Conversion rate Optimization, con interventi di un ora e mezza ciascuno tenuti da top specialist internazionali e italiani.
Il secondo e ultimo giorno invece avremo solo casi reali di campagne PPC e di ottimizzazione delle conversioni.

Sicuramente per chi si occupa di advertising online la formazione è fondamentale per rimanere aggiornati sulle tante novità che si avvicendano sempre più velocemente in questo settore.
Tu che sei il curatore di questo evento avrai la percezione chiara di come negli anni si sia evoluto il mercato, tra l’altro seguiamo la tua rubrica PPC World News Live su YouTube  in cui fai una rassegna delle novità settimanali, ci puoi riassumere quelli che sono stati i cambiamenti principali del 2017 e farci le tue “previsioni per l’anno in corso?

Il trend fondamentale che è emerso chiaramente nel 2017 in AdWords e che sicuramente caratterizzerà il mercato PPC nei mesi e negli anni a venire è legato all’automazione.
La piattaforma spinge sempre più gli utenti verso automatismi più o meno funzionali, ma che, comunque, cambieranno radicalmente il nostro modo di lavorare, fino a sostituire completamente l’attività di impostazione manuale delle campagne.
In sostanza a noi consulenti verrà sempre più chiesto di stabilire la strategia generale e di ottimizzare le conversioni, più che di scegliere le parole chiave e costruire le campagne e gli annunci.

Quando un’azienda ha bisogno di pianificare le proprie campagne pubblicitarie su internet ha due possibilità: rivolgersi ad un’agenzia oppure ad un freelance (oltre che internalizzare la risorsa ma è la parte che al nostro network di professionisti interessa meno). Quali sono le differenze tra i due approcci e quando secondo te è il caso di fare l’una o l’altra scelta?

Il vantaggio principale di un’agenzia dovrebbe essere quello di avere un team di persone che si occupano delle nostre campagne, in cui ci sia almeno un supervisore con competenze di livello senior e una figura più operativa che non sia troppo junior. È chiaro che questo è un vantaggio importante, sia per quanto riguarda il livello di qualità del servizio, sia per la copertura h24 di eventuali problematiche.

D’altra parte invece un freelance offre spesso il vantaggio di un costo più ridotto con un livello qualitativo comparabile a quello di un’agenzia. Nel caso si scelga un freelance è fondamentale verificare che sia sempre aggiornato (l’interazione con altri colleghi è sempre un fattore di arricchimento) o che abbia già lavorato con successo nello specifico settore in cui dovrà operare.

Abbiamo visto che il tuo libro “AdWords Agile” è tra i 10 best seller su Amazon nella categoria Internet, complimenti! In copertina leggiamo “come ottimizzare le campagne AdWords in 3 semplici passaggi“, per chi non ha ancora acquistato il libro, raccontaci perchè secondo te questo volume dovrebbe essere presente nella libreria di ogni buon consulente di web marketing.

Scrivere “AdWords Agile” è stato molto difficile (e lungo) perché non ho dato nulla per scontato, ma ho comunque voluto spiegare praticamente tutte le strategie che io stesso uso tutti i giorni aggiungendo anche tutte quelle migliori che ho visto spiegare nel corso degli anni all’ADworld Experience.

Per me si tratta quindi di un lavoro completo e di livello avanzato, che non solo spiega in dettaglio i passaggi per impostare campagne nella nuova interfaccia, ma fornisce continui suggerimenti di ottimizzazione utili anche per il più scafato degli inserzionisti.

Dai primi riscontri di recensioni sembra proprio che la cosa mi sia riuscita molto bene.

Grazie a Gianpaolo Lorusso per questa interessante intervista, ci vediamo il 12 e 13 aprile a Bologna per  seguire i seminari dell’ADworld Experience 2018! Ricordiamo ai nostri lettori che le iscrizioni stanno per chiudere, per assicurarti il tuo posto clicca qui.

Articolo a cura di Jacopo Modesti.