Novità SEO, intervista a Giorgio Taverniti

Intervista a Giorgio Taverniti

Oggi intervistiamo Giorgio Taverniti, uno dei maggiori esperti SEO in Italia:

SEO IDENTIKITDopo aver letto la seconda edizione di SEO Power, il tuo libro sulle strategie e strumenti per essere visibili online, mi sono resa conto di come i confini professionali del consulente SEO si stiano sempre più allargando. Considerando la vastità delle competenze richieste e dei campi di intervento cui un SEO è chiamato ad operare, e il tempo necessario a seguire tutte le fasi di ogni progetto, cosa è meglio fare per chi vuole investire sul SEO? Affidarsi ad un freelance, ad un’agenzia o internalizzare con personale dedicato?

È una domanda a cui è veramente difficile dare una risposta. Molto dipende dalla tipologia di progetto e dalla realtà che lo richiede. Diciamo che noi per le realtà grandi tendiamo a offrire un supporto di consulenza e formazione per permettere nel lungo periodo di internalizzare i servizi con personale dedicato. La differenza tra affidarsi a un’agenzia o a un freelance dipende molto dalle singole realtà. Il freelance deve dimostrare di essere una persona affidabile e presente, l’agenzia di innovare e seguire le novità della rete in modo da avere un team sempre al passo coi tempi.

Non è facile. La SEO evolve sempre di più, diventa sempre più complessa, ma allo stesso tempo anche gli altri settori stanno subendo delle evoluzioni. Oramai quasi tutti i rami del Web Marketing stanno diventando complessi.

L’X-FACTOR DI UN NUOVO SITOSupponiamo di essere un SEO alle prese con la pubblicazione di un nuovo sito, dando per scontato di aver operato applicando tutte le regole fondamentali (ottimizzazione on-site e off-site), secondo la tua esperienza su casi reali, a parità di ottimizzazione, qual è la cosa su cui puntare in termini di energia e risorse per avere dei risultati concreti? Qual è il “drive” che oggi spinge un sito in maniera determinante?

Il fattore determinante per qualsiasi progetto è quello di avere un progetto editoriale con una strategia molto chiara e struttura rivolta alla produzione di contenuti. Non parlo della creazione di un blog con articoli di qualità, ma di un vero e proprio piano strategico che miri a riempire il sito di ottimi contenuti. Per fare un esempio pratico, Giorgiotave.it non ha solo il Forum GT, ma piano piano abbiamo affiancato guide, articoli ricerche, risorse per eventi, seminari online e tanto altro.

Con tutto il materiale che oggi c’è in rete, dobbiamo chiederci: perché una persona dovrebbe leggere il nostro contenuto rispetto a un altro? La risposta dovrebbe essere: perché abbiamo un contenuto fantastico, non esiste in nessun sito web, stiamo fornendo qualcosa di unico.

Perché dopo che il lettore è arrivato da noi, il contenuto deve far scattare qualcosa in lui e fargli venire voglia di commentare, condividere, citare. Va benissimo la SEO, è fondamentale, ma bisogna pure avere qualcosa di valore da rendere visibile.

PENGUIN 2.0, A CACCIA DI LINKPer rimanere in termini di attualità, l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo di Google ha visto il rilascio di una nuova versione sempre incentrata a combattere l’uso “scorretto” dei link. Google dimostra di basare ancora gran parte del proprio meccanismo di indicizzazione e posizionamento sui collegamenti tra i siti, ma vuole che siano assolutamente naturali. Secondo te è veramente possibile ottenere risultati tangibili, soprattutto su serp competitive, senza un’attività di link building forte, che non sia la sola conseguenza di un naturale apprezzamento della rete verso i nostri contenuti?

Penguin colpisce l’anchor text: ovvero quando si accorge che la risorsa è collegata in modo da ottenere dei vantaggi con una chiave specifica. E diciamo quando si accorge che abbiamo fatto molte azioni per ottenere vantaggi con quella chiave.

Ancora oggi vediamo posizionati siti, anche in SERP competitive, che effettuano solo attitivà di link building non spontanea.
La domanda, o la scommessa che si potrebbe fare, è: quanti giorni rimarranno ancora in quelle posizioni questi siti?

Google sta andando nella direzione di premiare sempre più chi riceve apprezzamenti spontanei nella rete e dal mio punto di vista questa è la strada giusta. Sono felice per tutti quelli che hanno deciso di applicare quello che diciamo da anni e cioè ti puntare su contenuti di qualità per progetti web di lungo periodo.

WEB REEVOLUTIONTutte le  professionalità nei campi dell’informatica richiedono aggiornamenti continui e chi opera nel campo SEO non è da meno. Gran parte dei professionisti presenti su link2me si occupa di web marketing, il prossimo evento formativo a cui farai parte è WebReevolution che si terrà a Roma il 28 giugno, raccontaci come questo appuntamento si distingue dalla grande offerta di formazione che viene proposta ai freelance.

La nostra idea è abbastanza semplice: hai presente tutti quei grandi eventi Italiani puramente autoreferenzali dove la formazione di qualità è praticamente assente? Si? Ecco…l’esatto contrario. Creare un grande evento basato sulla formazione di alto livello. Per questo abbiamo creato il Festival del Web Marketing, vogliamo portare i migliori professionisti italiani in un unico evento e dare la possibilità di creare il proprio percorso formativo in base alla propria esperienza. Infatti ogni intervento è taggato con Tecnico, Strategico o Case History. E a poche settimane dall’evento si avranno i video registrati di tutte le relazioni, 30 in totale.

Insomma…l’idea è questa, quella di cambiare il settore attraverso la formazione, dare un contributo a tutti quanti, segnare la strada corretta da seguire. Per noi WebReevolution è questo. Ci crediamo e sono convinto che ci riusciremo.

Lo dico perché sono tanti anni che ormai facciamo formazione, molta di questa gratuita attraverso il nostro tour di eventi in tutta Italia e in questo 2013 abbiamo visto un’attenzione nei nostri confronti veramente importante da parte delle istituzioni. Quindi siamo consapevoli di tutto quello che stiamo realizzando e visto che il nostro progetto parte dal basso, dalla community di utenti, so che noi abbiamo creato una rete di passione fatta di persone, non di convenienze e affarucci all’Italiana.

Siamo molto carichi, non vediamo l’ora che arrivi il 28 Giugno. Arriveremo sicuramente stremati, ma felici. La cosa bella è che non avremo modo di riposare: i primi di luglio inizia il nostro Corso SEO che realizziamo online per tutto il mese!

Tanto impegno, ma tante soddisfazioni!

Ringrazio Giorgio per la disponibilità, per approfondire rimando al suo sito ufficiale: http://www.giorgiotave.it e al suo profilo su link2me.

Barbara Fabi